Pergola, Bartolomeo Golfi della

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Bartolomeo Golfi della Pergola, meglio noto come il Pergola dal suo luogo di origine (1498 - post 1563) è stato un predicatore appartenente all'ordine dei minori conventuali perseguitato dall'Inquisizione romana.

Biografia

Entrò giovanissimo nell'ordine dei francescani conventuali.
Nel 1535 fu Inquisitore della Marca. Nel 1536 fu nominato provinciale, sempre della Marca. Nel 1540 iniziò a frequentare il circolo valdesiano di Napoli (in quanto predicatore il Pergola si spostava molto e nella quaresima del 1540 predicò proprio a Napoli), dialogando in particolare con Andrea Ghetti da Volterra, ma anche con Flaminio, Carnesecchi e Soranzo. Sempre nel 1540 fu nominato rettore dello Studio francescano di Ferrara (tra i suoi allievi, Felice Peretti). Ottenne il titolo di magister teologiae a Bologna nel 1543. Le sue prediche a San Damaso (Modena) per l'avvento 1543 furono occasione di ritrovo per personaggi quali Vittore Soranzo, Pietro Antonio Di Capua, Guido Giannetti da Fano. Dopo la sua predicazione quaresimale a Modena nel 1544, l'Inquisizione iniziò ad esaminarlo ed il Pergola fu costretto a fare pubblica ritrattazione (15-16 giugno 1544). Da quel momento in poi gli fu interdetta la predicazione, ed egli si ritirò nel convento di Pergola. Una ulteriore indagine inquisitoriale avviata nel 1549 non ebbe esiti, poiché parve che il Pergola si fosse ormai completamente ravveduto. Nel febbraio 1556 gli venne l'idea di presentarsi spontaneamente al Sant'Uffizio a Roma per chiedere licenza di poter di nuovo predicare: la conseguenza fu che il 9 aprile fu arrestato e trasferito nel carcere di Ripetta. Nel 1560 fu trasferito al carcere di Pergola. Ottenne l'assoluzione solo nel gennaio 1562. Partecipò quindi al concilio di Trento nel 1562-63.
La sua data di morte non è nota.

Bibliografia

  • Processo Morone2, pp. 318-321
  • Matteo Al Kalak, Della Pergola, Bartolomeo in DSI, vol. 3, p. 1193
  • Cesare Bianco, Bartolomeo della Pergola e la sua predicazione eterodossa a Modena nel 1544, in "Bollettino della Società di Studi Valdesi", 151, 1982, pp. 3-49

Article written by Daniele Santarelli | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]