Altieri, Baldassarre

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Baldassarre Altieri (L'Aquila, ca. 1500 - Bergamo, agosto 1550) è stato un diplomatico protestante.

La sua fama è legata all'attività svolta a Venezia, dove dal 1540 era segretario dell'ambasciatore veneziano Edmund Harwel, a favore dei movimento protestante locale. Il 26 novembre 1542 scrisse una lettera a Lutero a nome delle comunità evangeliche di Venezia, Vicenza e Treviso, sollecitando un intevento dei principi protestanti presso il Senato veneziano perché arrestasse la persecuzione. Altieri scrisse in tal senso anche alla Chiesa di Ginevra (6 dicembre 1542). La lettera, oltre alla risposta di Lutero (13 giugno 1543), provocò un'intercessone del principe di Sassonia Giovanni Federico a favore di Baldo Lupetino, pur senza esito. Altieri scrisse anche alla lega smalcaldica riunita a Spira (febbraio 1544), chiedendo di essere nominato loro rappresentante a Venezia, cosa che avvenne.
Dopo il tracollo protestante a Muhlberg (1547) e la morte di Harwel, per mantenere l'immunità diplomatica cercò invano di farsi nominare rappresentante dei cantoni svizzeri (scrisse a Bullinger e si recò personalmente in Svizzera), nonché riparo a Firenze e a Ferrara. Alla fine del 1549 fu costretto a lasciare Venezia e a riparare a Bergamo, dove morì, probabilmente, nell'agosto 1550.

Bibliografia

  • Delio Cantimori, Altieri, Baldassarre in DBI, vol. 2 (1960)
  • Salvatore Caponetto, La Riforma protestante nell'Italia del Cinquecento, Claudiana, Torino 19972, pp. 129-33
  • Processo Morone2, vol. I, pp. 1069-70, nota 70

Link

Voci correlate

Article written by Daniele Santarelli | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]