Relencini, Andrea

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Andrea Relencini è stato un artigiano, condannato a morte dall'Inquisizione nel 1581.

Originario di Modena, dove aveva frequentato gli ambienti eterodossi locali, si era trasferito a Lugo per fuggire la persecuzione, svolgendo l'attività di falegname (ma era anche esperto di scienze matematiche e di idraulica). Arrestato nel 1580, rifiutò di pentirsi e fare nomi di complici. Condannato a morte, fu giustiziato nella piazza centrale di Lugo nel luglio 1581.

A Lugo è ricordato da una lapide, posta nel 1907 su iniziativa di un comitato locale che voleva esaltarlo come martire del libero pensiero.

Bibliografia

  • Ambrogio Bongiovanni, Un auto da fé a Lugo nel 1581, Cuppini, Bologna 1911.

Link

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License