Calvi, Andrea

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo
Edizioni CLORI | Firenze | ISBN 978-8894241600 | DOI 10.5281/zenodo.1309444

Andrea Calvi è stato un libraio e stampatore filoriformato del XVI sec.

Proseguì l'attività del fratello Francesco Calvi, che fin dal 1519 diffuse in Lombardia le opere di Lutero e poi degli altri riformatori, importandole da oltralpe. Andrea, che era in rapporti con gli ambienti riformatori zurighesi, aveva una libreria a Milano e un'altra a Pavia. Nel 1543, a causa della sua attività di diffusione di libri ereticali tra gli studenti dell'Università, fu arrestato per ordine dell'Inquisizione di Pavia. Redasse una supplica, proclamandosi buon cattolico, e fu graziato.

Bibliografia

  • Federico Chabod, Lo Stato e la vita religiosa a Milano nell'epoca di Carlo V, Einaudi, Torino 1971, pp. 305, 330 e nota 4 ivi, 403-404 doc. 29.
  • Leandro Perini, Editori e potere dalla fine del secolo XV all'Unità, in Storia d'Italia. Annali, IV, Intellettuali e potere, Einaudi, Torino 1981, pp. 765-853: pp. 786-787.

Article written by Redazione | Ereticopedia.org © 2020

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant
plerumque et quae sunt aliis magis edita cumque

[Lucretius, "De rerum natura", lib. V]

CLORI%20Botticelli%20header%203.jpg

The content of this website is licensed under Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0) License