Baura, Andrea

Dizionario di eretici, dissidenti e inquisitori nel mondo mediterraneo [ISBN 978-88-942416-0-0]

Andrea Baura o Bauria è stato un monaco agostiniano ferrarese, uno dei primi - se non il primo in assoluto - a fare propaganda filoluterana nell'Italia del Cinquecento.

Presente al capitolo generale del suo ordine tenutosi a Venezia nel 1519, l'anno seguente, sempre a Venezia, diede scandalo predicando nel giorno di Natale dal balcone di palazzo Loredan in Campo Santo Stefano davanti a una grande folla in favore di Lutero e contro la corruzione del papato e della Curia romana.
Giunta la notizia a Roma, nel gennaio 1521 l'evento fu l'oggetto di una specifica protesta da parte di Leone X all'ambasciatore veneziano presso la Santa Sede. Altobello Averoldi, nunzio a Venezia, chiese da parte sua l'arresto del frate contestatore. Quest'ultimo tuttavia, poco dopo si trasferì da Venezia nella natia Ferrara, protetto dal duca Alfonso d'Este. Qui, per giustificarsi, pubblicò, accompagnandola con una lettera dedicatoria al cardinale veneziano Marco Cornaro, una Apostolicae potestatis contra Martinum Lutherium defensio (prima edizione: Ferrara 1521; seconda edizione: Milano 1523). Dopo il 1523 non si hanno più notizie di lui.

Bibliografia

  • Franco Gaeta, Baura, Andrea, in DBI, vol. 7 (1965) e bibliografia ivi citata

Article written by Daniele Santarelli | Ereticopedia.org © 2013

et tamen e summo, quasi fulmen, deicit ictos
invidia inter dum contemptim in Tartara taetra
invidia quoniam ceu fulmine summa vaporant

[Lucretius, De rerum natura, lib. V]